Domenico De Maio, in arte Mimì, avvocato e musicista napoletano, 32 anni. Ha iniziato fin da giovanissimo a svolgere attività di animazione socio-culturale attraverso la musica, coinvolgendo centinaia di adolescenti dei quartieri ad alto rischio di devianza minorile di Napoli. Ha da sempre utilizzato la musica come strumento di coinvolgimento dei più giovani coniugando al percorso cantautorale produzione e animazione sociale. Insieme al padre ha condotto per diversi anni un programma di recupero dei minori a rischio nell’Istituto Penale per minorenni di Nisida.

Attento osservatore del mondo giovanile e delle nuove tecnologie è stato tra i primi organizzatori in Italia dei flash mob, fin dal 2009. Prima per promuovere la sua musica e poi per finalità sociali. Nel 2011 ha coordinato il movimento dei giovani volontari dell’Unicef per l’organizzazione del primo flash mob nazionale, dedicato alla crisi in Nord Africa. I suoi flash mob sono citati in diverse tesi di laura. È stato Cultore della Materia presso l’Università Cattolica di Milano e tenuto lezioni presso Iulm di Milano, Università La Sapienza di Roma, Università Federico II di Napoli. Nel 2012 ha pubblicato il libro “Amplifichiamoci l’individualismo 3.0” (Ed. Unicopli) scritto a 4 mani con il Prof. Massimo Bartoccioli, utilizzato come libro di testo in Iulm e Cattolica, dedicato alla rete. È tra i primi volumi in Italia a parlare del passaggio dal 2.0 al 3.0, “internet delle cose”, di co-creazione attraverso la rete e valore del contributo dei singoli.

Parallelamente ad un’intensa attività artistica e sociale iniziata molto presto, ha conseguito la Laurea in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Napoli Federico II, Corso di perfezionamento in diritto e gestione della proprietà intellettuale e dell’innovazione presso l’Università Luiss Guido Carli di Roma ed un Dottorato di Ricerca in Management presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II, Dipartimento di Economia Management e Istituzioni. È Avvocato dal 2014. Ha ricoperto incarichi presso l’Autorità Garante per la protezione dei dati personali e l’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza. Roma Capitale Assessorato alla Persona Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale, dove ha ricoperto il ruolo di vice capo staff curando i rapporti con i Dipartimenti amministrativi, occupandosi tra le varie della scrittura di protocolli di intesa tra istituzioni (Tribunale Ordinario di Roma, Ministero Istruzione Università e Ricerca, Ufficio Scolastico Regionale, Coni, Prefettura di Roma, Ministero della Giustizia – Dipartimento Amministrazione Penitenziaria), sviluppato percorsi di partecipazione dei cittadini per incidere sulle decisioni pubbliche e gestito le relazioni e comunicazioni istituzionali con soggetti rappresentativi della collettività.

Nell’ultimo anno ha lavorato con il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega alle Pari Opportunità, Giovani e Servizio Civile Universale Vincenzo Spadafora, prima presso la Camera dei Deputati Ufficio di Presenza e poi presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri come Vice Capo Segreteria Tecnica.

Attività professionale e univ.

Attività artistica

Attività socio-cultuale